Comunicazioni

31 - 40 di 201

CAMERA DI COMMERCIO DI FERRARA E RAVENNA
CERTIFICAZIONE DI GENERE: AL VIA L’AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 07/12/2023
Guberti: “L’uguaglianza di genere chiama alla comune responsabilità di un’intera comunità perché la crescita della parità di genere in tutti gli ambiti della vita politica, istituzionale, economica e sociale, è una condizione per lo sviluppo - migliore e stabile – di ciascun territorio” Domande, con procedura valutativa a sportello in base all’ordine cronologico, dalle ore 10:00 del 6 dicembre 2023 alle ore 16:00 del 28 marzo 2024, salvo un anticipato esaurimento delle risorse disponibili Al via, dal 6 dicembre, l’avviso pubblico che definisce i criteri e le modalità per la concessione dei contributi alle micro, piccole e medie imprese per l’ottenimento della certificazione della parità di genere, misura del PNRR a titolarità del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, realizzata in collaborazione con Unioncamere in qualità di soggetto attuatore. Obiettivo dell’intervento, che ha una dotazione complessiva di 10 milioni di euro, 8 dei quali destinati al supporto alle PMI, è accompagnare e incentivare le imprese ad adottare politiche volte a ridurre il divario di genere e, in linea con quanto previsto dalla Strategia nazionale per la parità di genere, contribuire a raggiungere entro il 2026 l’incremento di 5 punti nella classifica dell’Indice sull’uguaglianza di genere elaborato dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE), che attualmente vede l’Italia al 13esimo posto nella classifica dei Paesi UE. Con l’avviso viene resa disponibile una prima tranche di 4 milioni di euro. “Non esiste – ha sottolineato Giorgio Guberti, presidente della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna - un modo di fare impresa al maschile o al femminile: un’impresa deve stare sul mercato, e le leggi di mercato non fanno distinzioni di genere. Ma per competere è necessario che le condizioni siano le stesse per chiunque vi opera: stesso mercato, stesse regole, vale anche in questo caso. L’uguaglianza di genere non è solo un diritto umano fondamentale, ma è anche il punto nodale di una economia moderna e prospera che si ponga come obiettivo una crescita inclusiva, in cui le donne e gli uomini siano in grado di dare il proprio pieno contributo in casa, sul lavoro e nella vita pubblica. Sono temi questi - ha concluso il presidente della Camera di commercio - che chiamano alla comune responsabilità di un’intera comunità perché la crescita della parità di genere in tutti gli ambiti della vita politica, istituzio - nale, economica e sociale, è una condizione per lo sviluppo - migliore e stabile – di ciascun territorio”. Beneficiarie delle agevolazioni sono le PMI con sede legale e operativa in Italia, iscritte nel Registro delle imprese e attive. Sono previste due linee di agevolazioni: 1) per l’assistenza tecnica e accompagnamento è prevista l’assegnazione di un contributo per ciascuna impresa fino a 2.500 euro sotto forma di servizi (supporto all’utilizzo dei tools informativi, azioni di affiancamento erogate da esperti appositamente selezionati per l’implementazione del Sistema di gestione per la parità di genere, per il monitoraggio degli indicatori di performance e la definizione degli obiettivi strategici e per la pre-verifica della conformità del Sistema di Gestione). Tali servizi sono finalizzati a trasferire alle imprese beneficiarie competenze specialistiche e strategiche per la certificazione della parità di genere; 2) per il rilascio della certificazione è prevista l’assegnazione di contributi fino a 12.500 euro per impresa, in relazione alla dimensione, sotto forma di servizi di certificazione della parità di genere erogati dagli Organismi di certificazione iscritti nell’apposito Elenco. I contributi verranno concessi con procedura valutativa con procedimento a sportello, in base all’ordine cronologico di presentazione della domanda a partire dalle ore 10:00 del 6 dicembre 2023 alle ore 16:00 del 28 marzo 2024, salvo un anticipato esaurimento delle risorse disponibili. Per l’accesso ai contributi è necessario effettuare un pre-screening di autovalutazione e ottenere un esito che dimostri un adeguato grado di maturità dell’impresa sui temi inerenti alla parità di genere; è inoltre richiesta la presentazione di un preventivo formulato da un Organismo di Certificazione presente nell’Elenco degli Organismi di certificazione aderenti. Sul sito www.certificazione.pariopportunita.gov.it potranno essere reperite ulteriori informazioni sull’avviso e sul Sistema di certificazione della parità di genere. Per tutte le informazioni sul Bando è possibile rivolgersi agli Uffici della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna (promozione@fera.camcom.it).
PUBBLICATO IL VIDEO CON L'INTERVENTO DELL'AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA AD ECOMONDO. ILLUSTRATI GLI INVESTIMENTI DEL PORTO DI RAVENNA IN TEMA DI SOSTENIBILITA' ENERGETICO-AMBIENTALE
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 30/11/2023
Pubblicato il video relativo alla partecipazione dell'Autorità Portuale di Ravenna al convegno "Il Futuro di Coste e Porti in un clima che cambia", che si è tenuto durante la fiera ECOMONDO. Nel corso dell'intervento dell'Autorità Portuale, dal titolo "GREEN PORTS: designing and implementing the future of Ravenna port –soil washing plant, port hub and other ongoing projects", presentati gli investimenti in tema di sostenibilità energetico-ambientale programmati al Porto di Ravenna, con particolare attenzione all'impianto di gestione dei fanghi risultanti dall'attività di escavo dei fondali del canale portuale. Guarda il video: https://youtu.be/I3YFHr9nbHo?t=21265&feature=shared
Servizi, Innovazioni e Competenze: i cambiamenti nella logistica portuale
1 dicembre 2023 ore 9.30-13.00
Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale
via Antico Squero, 31 - Ravenna
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 30/11/2023
Prendendo spunto dalle iniziative nazionali e comunitarie riguardanti i nuovi investimenti in ITS, IoT e digitalizzazione, come il progetto europeo URSA MAJORneo che mira allo sviluppo di una piattaforma ITS per il miglioramento della gestione del traffico stradale sui corridoi multimodali europei, l’evento si focalizzerà sulla discussione degli impatti attesi del fenomeno della smart logistics su performance e operatività dei terminal portuali e sulla filiera logistica integrata. Particolare rilievo verrà dato alla necessità di nuove competenze ed ai necessari cambiamenti organizzativi degli attori economici coinvolti Vedi il programma /media/files/Programma%20evento_1%20dicembre%202023%20(1).pdf
IL GOVERNO PREMIA LE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO CHE UTILIZZERANNO I TRAGHETTI PER LE LORO MERCI
AL PORTO DI RAVENNA OGNI ANNO TOLTI 85.000 CAMION DALLA STRADA ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITA’ E DELLA SICUREZZA
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 29/11/2023
E’stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto che disciplina il nuovo programma di incentivi destinati alle imprese di autotrasporto merci che utilizzano i traghetti per ridurre il traffico su strada a vantaggio dell’integrazione del trasporto marittimo a corto-medio raggio nella catena intermodale, il nuovo “Marebonus”. Si tratta di incentivi importanti: circa 42 milioni di euro, per l’annualità 2023-2024 (dal 6 dicembre prossimo sarà disponibile la piattaforma per accedere all’incentivo) e 21,5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2025 e 2026, destinati a tutte quelle imprese di autotrasporto che opteranno per l’utilizzo di servizi marittimi Ro-Ro e Ro-Pax in arrivo o in partenza da porti italiani verso altri porti situati in Italia o in Europa. L’intento è quello di decongestionare la rete viaria e ridurre l’impatto ambientale del trasporto merci su gomma premiando le imprese di autotrasporto che utilizzeranno maggiormente la modalità marittima di trasporto. Una occasione importante di crescita per tutto il sistema delle cosiddette “Autostrade del Mare” che vede nel porto di Ravenna uno dei suoi più felici esempi con la prima linea nazionale attivata, la Ravenna-Brindisi-Catania che registra ogni anno circa 85.000 rimorchi imbarcati/sbarcati che corrispondono ad altrettanti camion tolti dalla strada, con evidenti ricadute benefiche sia sull’ambiente (circa 65.000 tonnellate CO2/anno “risparmiata”), sia in relazione alla sicurezza stradale.
IL PORTO DI RAVENNA PUNTA SUL DIGITAL TWIN
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 29/11/2023
Il gemello digitale come strumento prezioso per ottimizzare i flussi logistici nei canali, in banchina e sui piazzali di deposito e carico/scarico. Il porto di Ravenna ci crede e investe in progetti di automazione e digitalizzazione Leggi l'articolo /media/files/Porto%20di%20Ravenna.pdf
SERVIZI, INNOVAZIONI E COMPETENZE: I CAMBIAMENTI NELLA LOGISTICA PORTUALE
1 dicembre 2023 ore 9,30 - 13,00
Sala Convegni Autorità Portuale di Ravenna
Via Antico Squero n.31
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 22/11/2023
Prendendo spunto dalle iniziative nazionali e comunitarie riguardanti i nuovi investimenti in ITS, IoT e digitalizzazione, come il progetto europeo URSA MAJORneo che mira allo sviluppo di una piattaforma ITS per il miglioramento della gestione del traffico stradale sui corridoi multimodali europei, l’evento si focalizzerà sulla discussione degli impatti attesi del fenomeno della smart logistics su performance e operatività dei terminal portuali e sulla filiera logistica integrata. Particolare rilievo verrà dato alla necessità di nuove competenze ed ai necessari cambiamenti organizzativi degli attori economici coinvolti. La partecipazione è libera previa registrazione a questo LINK Di seguito il Programma 
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 18/11/2023
L'Autorità Portuale di Ravenna ha partecipato nella mattina di oggi ad un importante iniziativa organizzata dall'Associazione Culturale Italo-Tedesca in collaborazione con FEDERMANAGER e la Camera di Commercio di Ferrara e Ravenna, sulla nuova legge tedesca sulla "catene di forniture" (Lieferkettengesetz) Il Direttore Operativo Mario Petrosino (nella foto durante il suo intervento) ha relazionato sulle quote di interscambio tra il porto di Ravenna e la Germania sottolineando le opportunità che tale normativa potrebbe offrire se ben strutturata anche tra gli stakeholder portuali. Sino a divenire un efficace strumento di rafforzamento delle relazioni attuali, un elemento di vero e proprio vantaggio competitivo. Per questi motivi sarà necessario un  futuro ulteriore approfondimento della norma.
PRIMA FASE PROGETTO HUB PORTUALE DI RAVENNA: SODDISFAZIONE DEI TERMINALISTI
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 17/11/2023
Si è svolto nei giorni scorsi un incontro in occasione del quale l'Autorità Portuale di Ravenna ha fatto il punto su tutte le attività in corso ed ha illustrato il programma delle attività future legate alla realizzazione del progetto Hub Portuale di Ravenna. Ampia condivisione e soddisfazione è stata espressa da parte di tutti i terminalisti presenti, per l’accelerazione dei lavori che porterà alla conclusione di questa prima fase entro il prossimo anno. La buona gestione delle interferenze tra le attività operative dei terminal e dei cantieri, ha consentito ad entrambi di procedere regolarmente, senza particolari difficoltà. Per scaricare la presentazione che è stata fatta:/media/files/Presentazione%2015%20novembre%202023(3).pptx
PORTO CORSINI : SI PARTE
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 17/11/2023
Si è concluso con l'approvazione del Ministero dell'Ambiente l'iter per l'avvio dei lavori di realizzazione del Parco delle Dune e della nuova stazione marittima a Porto Corsini (Ravenna). Mancava solo un tassello al complesso mosaico delle autorizzazioni necessarie per poter partire con la gara per i lavori dei due interventi previsti nella località di Porto Corsini: la costruzione della nuova stazione marittima, tecnologica e sostenibile, e del Parco delle Dune, 10 ettari circa di verde pubblico. Un nuovo grande polmone verde per Porto Corsini, in prossimità del terminal passeggeri.
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 14/11/2023
Dal 1° gennaio 2024 le imprese tedesche con almeno 1000 dipendenti sono obbligate a controllare che i loro fornitori anche indiretti rispettino i diritti umani dei lavoratori. Le imprese italiane fornitrici di committenti tedeschi devono documentare il rispetto della norma e svolgere una due diligence. A questo tema è dedicato l'incontro promosso da Associazione Culturale Italo tedesca di Ravenna, Federmanager Bologna - Ferrara- Ravenna e Camera di commercio di Ferrara e Ravenna che si terrà presso la Sala Cavalcoli della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna, sabato 18 novembre prossimo dalle ore 10,00 alle ore 12,30. Per vedere la locandina: /media/files/CCIAA_Ravenna_Convegno_Legge_Tedesca_Catene_di_Fornitura_20231811.pdf Sarà possibile seguire l'evento anche da remoto al seguente link: https://meet.google.com/vww-rmjr-xfi
CAMERA DI COMMERCIO DI FERRARA E RAVENNA
CERTIFICAZIONE DI GENERE: AL VIA L’AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 07/12/2023
Guberti: “L’uguaglianza di genere chiama alla comune responsabilità di un’intera comunità perché la crescita della parità di genere in tutti gli ambiti della vita politica, istituzionale, economica e sociale, è una condizione per lo sviluppo - migliore e stabile – di ciascun territorio” Domande, con procedura valutativa a sportello in base all’ordine cronologico, dalle ore 10:00 del 6 dicembre 2023 alle ore 16:00 del 28 marzo 2024, salvo un anticipato esaurimento delle risorse disponibili Al via, dal 6 dicembre, l’avviso pubblico che definisce i criteri e le modalità per la concessione dei contributi alle micro, piccole e medie imprese per l’ottenimento della certificazione della parità di genere, misura del PNRR a titolarità del Dipartimento per le pari opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri, realizzata in collaborazione con Unioncamere in qualità di soggetto attuatore. Obiettivo dell’intervento, che ha una dotazione complessiva di 10 milioni di euro, 8 dei quali destinati al supporto alle PMI, è accompagnare e incentivare le imprese ad adottare politiche volte a ridurre il divario di genere e, in linea con quanto previsto dalla Strategia nazionale per la parità di genere, contribuire a raggiungere entro il 2026 l’incremento di 5 punti nella classifica dell’Indice sull’uguaglianza di genere elaborato dall’Istituto europeo per l’uguaglianza di genere (EIGE), che attualmente vede l’Italia al 13esimo posto nella classifica dei Paesi UE. Con l’avviso viene resa disponibile una prima tranche di 4 milioni di euro. “Non esiste – ha sottolineato Giorgio Guberti, presidente della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna - un modo di fare impresa al maschile o al femminile: un’impresa deve stare sul mercato, e le leggi di mercato non fanno distinzioni di genere. Ma per competere è necessario che le condizioni siano le stesse per chiunque vi opera: stesso mercato, stesse regole, vale anche in questo caso. L’uguaglianza di genere non è solo un diritto umano fondamentale, ma è anche il punto nodale di una economia moderna e prospera che si ponga come obiettivo una crescita inclusiva, in cui le donne e gli uomini siano in grado di dare il proprio pieno contributo in casa, sul lavoro e nella vita pubblica. Sono temi questi - ha concluso il presidente della Camera di commercio - che chiamano alla comune responsabilità di un’intera comunità perché la crescita della parità di genere in tutti gli ambiti della vita politica, istituzio - nale, economica e sociale, è una condizione per lo sviluppo - migliore e stabile – di ciascun territorio”. Beneficiarie delle agevolazioni sono le PMI con sede legale e operativa in Italia, iscritte nel Registro delle imprese e attive. Sono previste due linee di agevolazioni: 1) per l’assistenza tecnica e accompagnamento è prevista l’assegnazione di un contributo per ciascuna impresa fino a 2.500 euro sotto forma di servizi (supporto all’utilizzo dei tools informativi, azioni di affiancamento erogate da esperti appositamente selezionati per l’implementazione del Sistema di gestione per la parità di genere, per il monitoraggio degli indicatori di performance e la definizione degli obiettivi strategici e per la pre-verifica della conformità del Sistema di Gestione). Tali servizi sono finalizzati a trasferire alle imprese beneficiarie competenze specialistiche e strategiche per la certificazione della parità di genere; 2) per il rilascio della certificazione è prevista l’assegnazione di contributi fino a 12.500 euro per impresa, in relazione alla dimensione, sotto forma di servizi di certificazione della parità di genere erogati dagli Organismi di certificazione iscritti nell’apposito Elenco. I contributi verranno concessi con procedura valutativa con procedimento a sportello, in base all’ordine cronologico di presentazione della domanda a partire dalle ore 10:00 del 6 dicembre 2023 alle ore 16:00 del 28 marzo 2024, salvo un anticipato esaurimento delle risorse disponibili. Per l’accesso ai contributi è necessario effettuare un pre-screening di autovalutazione e ottenere un esito che dimostri un adeguato grado di maturità dell’impresa sui temi inerenti alla parità di genere; è inoltre richiesta la presentazione di un preventivo formulato da un Organismo di Certificazione presente nell’Elenco degli Organismi di certificazione aderenti. Sul sito www.certificazione.pariopportunita.gov.it potranno essere reperite ulteriori informazioni sull’avviso e sul Sistema di certificazione della parità di genere. Per tutte le informazioni sul Bando è possibile rivolgersi agli Uffici della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna (promozione@fera.camcom.it).
PUBBLICATO IL VIDEO CON L'INTERVENTO DELL'AUTORITA' PORTUALE DI RAVENNA AD ECOMONDO. ILLUSTRATI GLI INVESTIMENTI DEL PORTO DI RAVENNA IN TEMA DI SOSTENIBILITA' ENERGETICO-AMBIENTALE
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 30/11/2023
Pubblicato il video relativo alla partecipazione dell'Autorità Portuale di Ravenna al convegno "Il Futuro di Coste e Porti in un clima che cambia", che si è tenuto durante la fiera ECOMONDO. Nel corso dell'intervento dell'Autorità Portuale, dal titolo "GREEN PORTS: designing and implementing the future of Ravenna port –soil washing plant, port hub and other ongoing projects", presentati gli investimenti in tema di sostenibilità energetico-ambientale programmati al Porto di Ravenna, con particolare attenzione all'impianto di gestione dei fanghi risultanti dall'attività di escavo dei fondali del canale portuale. Guarda il video: https://youtu.be/I3YFHr9nbHo?t=21265&feature=shared
Servizi, Innovazioni e Competenze: i cambiamenti nella logistica portuale
1 dicembre 2023 ore 9.30-13.00
Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centro Settentrionale
via Antico Squero, 31 - Ravenna
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 30/11/2023
Prendendo spunto dalle iniziative nazionali e comunitarie riguardanti i nuovi investimenti in ITS, IoT e digitalizzazione, come il progetto europeo URSA MAJORneo che mira allo sviluppo di una piattaforma ITS per il miglioramento della gestione del traffico stradale sui corridoi multimodali europei, l’evento si focalizzerà sulla discussione degli impatti attesi del fenomeno della smart logistics su performance e operatività dei terminal portuali e sulla filiera logistica integrata. Particolare rilievo verrà dato alla necessità di nuove competenze ed ai necessari cambiamenti organizzativi degli attori economici coinvolti Vedi il programma /media/files/Programma%20evento_1%20dicembre%202023%20(1).pdf
IL GOVERNO PREMIA LE IMPRESE DI AUTOTRASPORTO CHE UTILIZZERANNO I TRAGHETTI PER LE LORO MERCI
AL PORTO DI RAVENNA OGNI ANNO TOLTI 85.000 CAMION DALLA STRADA ALL’INSEGNA DELLA SOSTENIBILITA’ E DELLA SICUREZZA
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 29/11/2023
E’stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto che disciplina il nuovo programma di incentivi destinati alle imprese di autotrasporto merci che utilizzano i traghetti per ridurre il traffico su strada a vantaggio dell’integrazione del trasporto marittimo a corto-medio raggio nella catena intermodale, il nuovo “Marebonus”. Si tratta di incentivi importanti: circa 42 milioni di euro, per l’annualità 2023-2024 (dal 6 dicembre prossimo sarà disponibile la piattaforma per accedere all’incentivo) e 21,5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2025 e 2026, destinati a tutte quelle imprese di autotrasporto che opteranno per l’utilizzo di servizi marittimi Ro-Ro e Ro-Pax in arrivo o in partenza da porti italiani verso altri porti situati in Italia o in Europa. L’intento è quello di decongestionare la rete viaria e ridurre l’impatto ambientale del trasporto merci su gomma premiando le imprese di autotrasporto che utilizzeranno maggiormente la modalità marittima di trasporto. Una occasione importante di crescita per tutto il sistema delle cosiddette “Autostrade del Mare” che vede nel porto di Ravenna uno dei suoi più felici esempi con la prima linea nazionale attivata, la Ravenna-Brindisi-Catania che registra ogni anno circa 85.000 rimorchi imbarcati/sbarcati che corrispondono ad altrettanti camion tolti dalla strada, con evidenti ricadute benefiche sia sull’ambiente (circa 65.000 tonnellate CO2/anno “risparmiata”), sia in relazione alla sicurezza stradale.
IL PORTO DI RAVENNA PUNTA SUL DIGITAL TWIN
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 29/11/2023
Il gemello digitale come strumento prezioso per ottimizzare i flussi logistici nei canali, in banchina e sui piazzali di deposito e carico/scarico. Il porto di Ravenna ci crede e investe in progetti di automazione e digitalizzazione Leggi l'articolo /media/files/Porto%20di%20Ravenna.pdf
SERVIZI, INNOVAZIONI E COMPETENZE: I CAMBIAMENTI NELLA LOGISTICA PORTUALE
1 dicembre 2023 ore 9,30 - 13,00
Sala Convegni Autorità Portuale di Ravenna
Via Antico Squero n.31
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 22/11/2023
Prendendo spunto dalle iniziative nazionali e comunitarie riguardanti i nuovi investimenti in ITS, IoT e digitalizzazione, come il progetto europeo URSA MAJORneo che mira allo sviluppo di una piattaforma ITS per il miglioramento della gestione del traffico stradale sui corridoi multimodali europei, l’evento si focalizzerà sulla discussione degli impatti attesi del fenomeno della smart logistics su performance e operatività dei terminal portuali e sulla filiera logistica integrata. Particolare rilievo verrà dato alla necessità di nuove competenze ed ai necessari cambiamenti organizzativi degli attori economici coinvolti. La partecipazione è libera previa registrazione a questo LINK Di seguito il Programma 
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 18/11/2023
L'Autorità Portuale di Ravenna ha partecipato nella mattina di oggi ad un importante iniziativa organizzata dall'Associazione Culturale Italo-Tedesca in collaborazione con FEDERMANAGER e la Camera di Commercio di Ferrara e Ravenna, sulla nuova legge tedesca sulla "catene di forniture" (Lieferkettengesetz) Il Direttore Operativo Mario Petrosino (nella foto durante il suo intervento) ha relazionato sulle quote di interscambio tra il porto di Ravenna e la Germania sottolineando le opportunità che tale normativa potrebbe offrire se ben strutturata anche tra gli stakeholder portuali. Sino a divenire un efficace strumento di rafforzamento delle relazioni attuali, un elemento di vero e proprio vantaggio competitivo. Per questi motivi sarà necessario un  futuro ulteriore approfondimento della norma.
PRIMA FASE PROGETTO HUB PORTUALE DI RAVENNA: SODDISFAZIONE DEI TERMINALISTI
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 17/11/2023
Si è svolto nei giorni scorsi un incontro in occasione del quale l'Autorità Portuale di Ravenna ha fatto il punto su tutte le attività in corso ed ha illustrato il programma delle attività future legate alla realizzazione del progetto Hub Portuale di Ravenna. Ampia condivisione e soddisfazione è stata espressa da parte di tutti i terminalisti presenti, per l’accelerazione dei lavori che porterà alla conclusione di questa prima fase entro il prossimo anno. La buona gestione delle interferenze tra le attività operative dei terminal e dei cantieri, ha consentito ad entrambi di procedere regolarmente, senza particolari difficoltà. Per scaricare la presentazione che è stata fatta:/media/files/Presentazione%2015%20novembre%202023(3).pptx
PORTO CORSINI : SI PARTE
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 17/11/2023
Si è concluso con l'approvazione del Ministero dell'Ambiente l'iter per l'avvio dei lavori di realizzazione del Parco delle Dune e della nuova stazione marittima a Porto Corsini (Ravenna). Mancava solo un tassello al complesso mosaico delle autorizzazioni necessarie per poter partire con la gara per i lavori dei due interventi previsti nella località di Porto Corsini: la costruzione della nuova stazione marittima, tecnologica e sostenibile, e del Parco delle Dune, 10 ettari circa di verde pubblico. Un nuovo grande polmone verde per Porto Corsini, in prossimità del terminal passeggeri.
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 14/11/2023
Dal 1° gennaio 2024 le imprese tedesche con almeno 1000 dipendenti sono obbligate a controllare che i loro fornitori anche indiretti rispettino i diritti umani dei lavoratori. Le imprese italiane fornitrici di committenti tedeschi devono documentare il rispetto della norma e svolgere una due diligence. A questo tema è dedicato l'incontro promosso da Associazione Culturale Italo tedesca di Ravenna, Federmanager Bologna - Ferrara- Ravenna e Camera di commercio di Ferrara e Ravenna che si terrà presso la Sala Cavalcoli della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna, sabato 18 novembre prossimo dalle ore 10,00 alle ore 12,30. Per vedere la locandina: /media/files/CCIAA_Ravenna_Convegno_Legge_Tedesca_Catene_di_Fornitura_20231811.pdf Sarà possibile seguire l'evento anche da remoto al seguente link: https://meet.google.com/vww-rmjr-xfi

Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare.

Privacy policycookies