Il porto di Ravenna ha partecipato a Milano al convegno "La logistica al servizio delle imprese e del Paese”, organizzato e promosso da Mercitalia Logistics, Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, e da Uniontrasporti.  Per ascoltare le esigenze delle imprese si parte dal Nord Est

Data pubblicazione: 15/09/2023

Tipo Documento: Comunicazione

Settore: Pubblicazioni Generali

Numero: 94

Rappresenta il 56,6% del PIL nazionale, detiene il 69% della quota di export totale dell’Italia e ospita il 46% di imprese attive. È il Nord dell’Italia, cuore produttivo ed economico della nazione che proprio per i suoi numeri e la sua importanza necessita sempre più di infrastrutture potenziate, moderne e resilienti.

È quanto sottolinea la relazione “Fabbisogni logistici, performance infrastrutturali e priorità nel Nord Italia”, presentata da Uniontrasporti in questa occasione

Come si evince dalla relazione, non sempre la zona trainante dell’economia nazionale riceve una risposta infrastrutturale adeguata, con una maggiore estensione delle infrastrutture di rete nel Nord Ovest, ma con il Nord Est che presenta un numero più elevato di nodi. Le regioni del Nord sono poi in prima linea nella difficile gestione dell’attraversamento dei valichi alpini, che rischia realmente di diventare una barriera al nostro export e alla nostra economia.

In questo scenario il Gruppo FS è un attore particolarmente interessato, visto il ruolo che riveste nel settore del trasporto delle merci con il suo Polo Logistica. Il perché lo ha rimarcato Sabrina De Filippis, AD di Mercitalia Logistics, società capofila del Polo Logistica del Gruppo FS. “Il nostro mercato è l’Europa ed è per questo che abbiamo ampliato la nostra presenza all’estero presidiando 15 paesi”, ha detto Sabrina De Filippis nel suo intervento. “Il Piano Industriale di Gruppo prevede l’investimento di tre miliardi in dieci anni per diventare uno tra i maggiori player internazionali della logistica. Per fare questo stiamo investendo nel potenziamento dei terminal e nella realizzazione dei nuovi hub multimodali. Vogliamo poi una flotta di ultima generazione per raggiungere anche i nostri obiettivi di sostenibilità che pure l’Europa ci richiede”.

L’obiettivo per la società del Gruppo FS è quello di raddoppiare in dieci anni la quota delle merci che viaggiano su treno, oggi ferma all’11% e per questo serve anche investire sulle infrastrutture. Come ha sottolineato nel suo intervento Antonello FontaniliDirettore di Uniontrasporti, la fotografia del sistema infrastrutturale evidenzia in modo chiaro la rilevanza strategica del Nord Italia: 3.600 km di autostrade, 7.500 km di ferrovie, 13 porti marittimi e fluviali, 16 aeroporti e 33 centri intermodali. (FS NEWS)

In questo contesto è intervenuto il Direttore Operativo dell'Autorità Portuale di Ravenna, Mario Petrosino (nella foto), che ha sottolineato il ruolo di assoluto primo piano dello scalo emiliano romagnolo nella movimentazione di alcune tipologie di merci (rinfuse, cereali, agroalimentari, materiali per il distretto delle ceramiche). Petrosino ha inoltre illustrato le grandi opportunità che il porto di Ravenna è oggi in grado di offrire, sia per gli importanti progetti di sviluppo che si stanno lì avviando a conclusione, sia per la disponibilità, unica in Italia, di nuove aree per la logistica collegate alle banchine, alle strade ed ai binari ferroviari.

 

Il porto di Ravenna ha partecipato a Milano al convegno "La logistica al servizio delle imprese e del Paese”, organizzato e promosso da Mercitalia Logistics, Gruppo Ferrovie dello Stato Italiane, e da Uniontrasporti. 
Per ascoltare le esigenze delle imprese si parte dal Nord Est

Data creazione: 15/09/2023

Data ultimo aggiornamento: 15/09/2023

Comunicazioni e Avvisi correlati

Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 17/07/2024
https://www.facebook.com/watch/?v=461839403474134&ref=sharing
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 16/07/2024
Agnes Srl ha annunciato che il Progetto Agnes Romagna 1&2 ha ottenuto il Decreto di Compatibilità Ambientale (ai sensi del D. lgs 152/2006), completando con successo una delle tappe più critiche del nostro percorso. Questo traguardo rappresenta un record per il nostro paese, essendo il più grande e complesso impianto di energie rinnovabili ad aver mai ottenuto un risultato simile. Il Progetto Agnes Romagna 1&2 comprende: • un impianto eolico offshore composto da 25 aerogeneratori con fondazioni fisse da 8 MWp cadauno, per una capacità di 200 MWp; • un impianto eolico offshore composto da 50 aerogeneratori con fondazioni fisse da 8 MWp cadauno, per una capacità di 400 MWp; • un impianto fotovoltaico offshore composto da moduli galleggianti con sistemi di ormeggio collegati al fondale marino, per una capacità complessiva di 100 MWp; • un sistema di stoccaggio di elettricità onshore con batterie agli ioni di litio di capacità 50 MWp; • un impianto di elettrolizzazione onshore per la produzione di idrogeno di capacità 60 MWe, inclusi sistemi di compressione e stoccaggio. Il Decreto V.I.A., firmato dal Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza Energetica e di concerto con il Ministero della Cultura, è il risultato di oltre quattro anni di impegno e innumerevoli ore di lavoro. “È un momento di grande orgoglio per tutti noi," ha dichiarato Alberto Bernabini, Amministratore delegato di Agnes. "La nostra visione per un futuro più sostenibile sta diventando sempre più concreta grazie agli sforzi congiunti di un team incredibilmente talentuoso e dei nostri partner di fiducia." Il Progetto Agnes ora proseguirà con i prossimi passi necessari, tra cui l’ottenimento dell’Autorizzazione Unica ai sensi del Decreto Legislativo 387/2003. Questo traguardo rappresenta un passo fondamentale nella transizione energetica del nostro paese e un esempio di eccellenza e innovazione nel settore delle energie rinnovabili. Un ringraziamento speciale va al team di Agnes e alle centinaia di professionisti che hanno contribuito al successo di questo progetto.
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 10/07/2024
Si comunica che l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico centro-settentrionale (porto di Ravenna), con Delibera Presidenziale n.236 del 21/06/2024, ha indetto n.2 selezioni di natura comparativa, per titoli ed esami, per l’assunzione delle seguenti figure professionali: n. 1 funzionario tecnico di primo livello destinato agli uffici dell'ente Rif.1LIV_DT_2/2024; n.1 impiegato tecnico di secondo livello destinato agli uffici dell'ente Rif.2LIV_GEOM_3/2024 Tutte le ulteriori e necessarie informazioni sono reperibili al seguente link: https://adsp-ravenna.portaleamministrazionetrasparente.it/pagina640_concorsi-attivi.html

Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare.

Privacy policycookies