Balcani Occidentali: opportunità di business per le imprese Focus su Bosnia-Erzegovina

Data pubblicazione: 09/04/2024

Tipo Documento: Comunicazione

Settore: Pubblicazioni Generali

Numero: 47

Il prossimo 12 aprile, alle ore 10, la Camera di Commercio Italo-Bosniaca, in collaborazione con la Camera di Commercio Ferrara Ravenna, ospiterà, nella Sala Cavalcoli della sede camerale di Viale Farini 14 a Ravenna, un workshop dedicato ad un aggiornamento sulle opportunità di business per le imprese italiane nei Balcani Occidentali, con un focus particolare sulla Bosnia-Erzegovina. Il riconoscimento alla Bosnia-Erzegovina dello status ufficiale di “paese candidato” e l’impegno fortemente ribadito dalle istituzioni europee a sostenerne l’integrazione nella UE, incoraggiando il Paese ad accelerare il processo di allineamento con gli standard comunitari, aprono, sul piano economico, nuove opportunità per le nostre imprese. L’incontro sarà l’occasione per fare il punto, assieme a illustri relatori e qualificati rappresentanti del mondo camerale della Bosnia-Erzegovina, sulle opportunità di cooperazione emergenti da tale prospettiva europea, in modo particolare in quei settori in cui la domanda di innovazione espressa dal mercato balcanico può incontrare risposta nella eccellente offerta di know-how delle nostre imprese.

Tecnologie green per l’ambiente (in particolare per la gestione sostenibile dei rifiuti, la riduzione dell’inquinamento e l’efficientamento energetico), nuove tecnologie per l’industria metalmeccanica e per il settore agricolo (rimodernamento delle macchine agricole e dei sistemi di concimazione, irrigazione e drenaggio), sviluppo di competenze digitali in tutti i settori della produzione e dei servizi, rappresentano oggi gli ambiti in cui si concentrano le maggiori opportunità per le aziende italiane.

“Ringrazio la Camera di commercio di Ferrara e Ravenna per aver voluto condividere con noi l’impegno ad organizzare questa iniziativa in un momento che possiamo definire ‘storico’ per la Bosnia-Erzegovina” -  dichiara Matteo Leoni, presidente della Camera di commercio Italo-Bosniaca. “L’avvio dei negoziati di adesione, deciso dal Consiglio Europeo lo scorso 21 marzo, rappresenta un passo fondamentale per il percorso del Paese verso la Unione Europea e delinea uno scenario di grande interesse anche sul piano economico che abbiamo voluto condividere con il nostro territorio, da sempre attento ai vicini mercati balcanici. Le già eccellenti relazioni bilaterali, con il nostro paese primo esportatore in Bosnia-Erzegovina, si arricchiscono oggi di ulteriori ambiti e opportunità di collaborazione che vogliamo segnalare alle imprese, affinchè, con il supporto della nostra Camera, solidamente presente da oltre 20 anni sul territorio, possano intraprendere con successo percorsi di internazionalizzazione nell’area”

Forti dei tanti primati in campo economico e della loro vocazione all'internazionalizzazione ha commentato Giorgio Guberti, presidente della Camera di commercio di Ferrara e Ravenna - le imprese ravennati e ferraresi avranno la possibilità di entrare in contatto con le opportunità offerte dai mercati dei Balcani Occidentali, con la prospettiva di avviare o consolidare rapporti commerciali internazionali. Il nostro - ha proseguito Guberti- è un territorio ricco di attività e di imprenditori con una forte vocazione all’export, capaci di proporre all’estero prodotti innovativi di qualità e che, anche grazie a tale importante iniziativa, avranno modo di entrare in contatto con un consistente patrimonio di informazioni, di conoscenze e di contatti, frutto del radicamento della Camera di commercio Italo Bosniaca sul territorio e del legame costruito nel tempo con il mondo imprenditoriale e le istituzioni locali".

La Camera di Commercio Italo-Bosniaca opera dal 1996 a livello nazionale, con sede a Ravenna e un ufficio a Sarajevo attivo da oltre 20 anni, divenuto oggi un punto di riferimento per le imprese italiane che intendono approcciare il mercato balcanico.

La partecipazione è gratuita previa iscrizione

Per informazioni:  Marina Vicini, 0544 481477 - mail camitalobosniaca@racine.ra.it

Data creazione: 09/04/2024

Data ultimo aggiornamento: 09/04/2024

Comunicazioni e Avvisi correlati

Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 20/05/2024
Si è tenuto sabato 18 maggio, dalle 8:30 alle 13:00, presso la Sala Rossa del Pala De Andrè, il convegno “Green deal europeo e la transizione ecologica nei territori”, promosso dal Rotary Club of Ravenna Distretto 2072 e dal Comune di Ravenna. Tra i tanti interventi di grande interesse, quello di Mario Petrosino, Direttore Operativo dell'Autorità Portuale di Ravenna, che ha illustrato il progetto GREEN PORTS, il futuro del Porto di Ravenna tra efficienza, intermodalità e sostenibilità.
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 20/05/2024
Il Consiglio Direttivo del The International Propeller Club Port of Ravenna ha organizzato per il giorno 06 giugno 2024 ore 19:30 un incontro conviviale a tema VARIABILI GEOPOLITICHE, ECONOMICHE E LOGISTICHE CHE IMPATTANO SUI TRAFFICI MARITTIMI E SUL PORTO DI RAVENNA INCONTRO CON ALESSANDRO PANARO In questi ultimi mesi si sono unite molte componenti economiche a carattere più generale e logistiche che stanno influenzando le dinamiche dei traffici marittimi con conseguente impatto sui porti. Transizione energetica, dinamiche geopolitiche, due guerre in atto, introduzione dell’ETS e riequilibri dei mercati delle materie prime, i condizionamenti dei grandi canali di Panama e Suez, l’avvento di nuovi modelli logistici connessi a sostenibilità e digitalizzazione sono fattori che stanno agendo in modo dirompente sui porti italiani e anche sul porto di Ravenna i cui risultati sono anch’essi condizionati dalla congiuntura internazionale. Nondimeno vi sono alcune mancate politiche strategiche che fanno rimanere invariati alcuni fenomeni che indiscutibilmente vanno ad impattare sui traffici portuali come gli investimenti in intermodalità, la complessa attuazione del PNRR e una Zona Logistica Semplificata di cui si attende da tempo l’attuazione nonostante la recentissima uscita del nuovo decreto attuativo che fornisce le direttive per renderla operativa. Il Propeller Club di Ravenna intende proporre un momento di riflessione, facendo il punto di questo momento complesso, insieme ad SRM. Sarà presente con noi: Alessandro Panaro, Capo del Servizio Trasporti Marittimi e Logistica di SRM che ci illustrerà alcune angolature fondamentali relative ai fenomeni che in questo momento stanno influenzando l’economia e che non possiamo perdere di vista. L’incontro si terrà presso il Grand Hotel Mattei, in Via Enrico Mattei n. 25 a Ravenna.  
Comunicazioni – Pubblicazioni Generali 19/05/2024
Roma: Da tempo impegnati per lo sviluppo di politiche attive per il lavoro femminile nel porto e logistica, Assoporti ha voluto ricordare la ricorrenza della terza "Giornata internazionale delle donne in mare". "Con l'obiettivo di abbattere qualsiasi barriera e pregiudizio per le donne nel settore marittimo e promuovere l’occupazione femminile in questo ambito, riteniamo importante rammentare che, unitamente alle AdSP, siamo impegnati su questo tema oramai da tempo. L'istituzione della "Giornata internazionale delle donne" da parte dell'IMO è molto importante non soltanto per onorare coloro che già ci lavorano, ma anche per creare consapevolezza generale che il settore offre molte opportunità lavorative per le donne, " ha voluto sottolineare il Presidente di Assoporti, Rodolfo Giampieri.

Questo sito web utilizza cookie tecnici necessari per il corretto funzionamento delle pagine; NON sono utilizzati cookie di profilazione finalizzati all'invio di messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dall'utente nell'ambito della navigazione in Rete. Il sito web consente l'invio di cookie di terze parti (tramite i social network). Accedi all'informativa estesa, per leggere le informazioni sull'uso dei cookie e su come scegliere quale cookie autorizzare.

Privacy policycookies