Demanio

L’AdSP, sulla base delle disposizioni di legge in materia, amministra le aree ed i beni del demanio marittimo ricadenti nella circoscrizione territoriale di competenza e rilascia, sulle medesime aree e beni, anche per l’occupazione di specchi acquei, le concessioni di cui all’art. 36 del Codice della Navigazione, di cui all’art. 18 della legge n.84/1994 s.m.i. e le autorizzazioni alle stesse connesse. Per quanto concerne il procedimento per il rilascio delle concessioni, ad istanza di parte o d’ufficio, e gli ulteriori procedimenti relativi alle concessioni medesime, si rinvia al Regolamento d’uso delle aree demaniali marittime, al link
https://adsp-ravenna.portaleamministrazionetrasparente.it/archivio19_regolamenti_0_1848.html
che disciplina l’esercizio di tutte le funzioni amministrative in materia di concessioni di beni e pertinenze del demanio marittimo e del mare territoriale, di competenza dell’AdSP.

Rilascio Concessione Articolo 18 L. 84/1994 s.m.i.
Trattasi del provvedimento di concessione per l’occupazione di aree demaniali e di banchine comprese nell’ambito portuale, per l’espletamento delle operazioni portuali di cui all’art. 16 comma 3 L. 84/1994 s.m.i.. Al fine del rilascio di tale titolo concessorio l’Impresa deve essere in possesso della prescritta autorizzazione di cui all’art. 16  citato o rientrare nel novero delle Imprese di cui all’art. 18 comma 9 bis secondo cui le disposizioni dell’art. 18 non si applicano ai depositi e stabilimenti di prodotti petroliferi e chimici allo stato liquido, nonché di altri prodotti affini, siti in ambito portuale.
Si rinvia Regolamento d’uso delle aree demaniali marittime dell’AdSP, ed in particolare agli artt. 4 e ss., per quel che concerne i procedimenti di rilascio della concessione d’ufficio e su istanza di parte.

Rilascio Concessione Articolo 36 del Codice della Navigazione
Trattasi del Provvedimento di concessione per l’occupazione e l’uso, anche esclusivo, di beni demaniali e di zone di mare territoriale per un determinato periodo di tempo.
Si rinvia Regolamento d’uso delle aree demaniali marittime dell’AdSP, ed in particolare agli artt. 4 e ss., per quel che concerne i procedimenti di rilascio della concessione d’ufficio e su istanza di parte.

Rinnovo concessioni ex art. 18 l. 84/1994 e art. 36 del Codice della Navigazione
Trattasi del provvedimento conseguente alla richiesta di rinnovo della concessione già rilasciata e scaduta. In attuazione dell’art. 1, comma 18 Decreto Legge 30 dicembre 2009 n. 194, convertito nella Legge 26 febbraio 2010 n. 25, che ha abrogato il secondo comma dell’art. 37 del Codice della Navigazione, qualora il concessionario intenda richiedere il rinnovo lo stesso è da intendersi come nuovo rilascio del titolo, consentendo il dispiegarsi del confronto competitivo. È esclusa ogni ipotesi di rinnovo automatico.

Variazione al contenuto della concessione (Art. 24 Regolamento per l’esecuzione del Codice della Navigazione)
Trattasi della domanda volta all’ottenimento del provvedimento – Atto o Licenza suppletivi – con i quali viene autorizzata una modifica nell’estensione della zona concessa o nelle opere o nelle modalità di esercizio. Nel caso non vi siano alterazioni sostanziali al complesso della concessione e non vi siano modifiche nell’estensione della zona demaniale si procederà con autorizzazione.

Presentazione di domanda per subingresso (Art. 46 del Codice della Navigazione e art. 30 Regolamento per l’esecuzione del Codice della Navigazione)
Trattasi della domanda volta all’ottenimento del provvedimento autorizzatorio con il quale si autorizza la sostituzione nel godimento della concessione.

Affidamento ad altri soggetti delle attività oggetto della concessione (Art. 45 bis Codice della Navigazione)
Trattasi del provvedimento conseguente alla richiesta per l’affidamento ad altri soggetti della gestione delle attività oggetto della concessione.

Realizzazione di nuove opere in prossimità del demanio marittimo (Art. 55 Codice della Navigazione)
Trattasi di autorizzazione alla realizzazione di nuove opere entro una zona di trenta metri dal demanio marittimo (o dal ciglio dei terreni elevati sul mare).

Anticipata occupazione relativa a richieste di concessione demaniale marittima (art. 38 Codice della Navigazione e art. 35 Regolamento
per l’esecuzione del Codice della Navigazione)

Trattasi della domanda volta all’ottenimento del provvedimento, in caso di urgenza, con il quale su richiesta dell’interessato, si consente previa cauzione, l’immediata occupazione e l’uso di beni del demanio marittimo, nonché l’esecuzione dei lavori all’uopo necessari, a rischio del richiedente, purché si obblighi ad osservare le condizioni che saranno stabilite nell’atto di concessione.

Occupazioni Temporanee
Trattasi della domanda volta all’ottenimento del provvedimento per l’occupazione temporanee di aree e/o beni demaniali marittimi per esigenze di durata non superiore a 30 giorni, che non prevedano opere inamovibili, relative a fiere, feste patronali, gare, manifestazioni religiose, politiche, sindacali, culturali, sportive, commercio mediante l’utilizzo di posteggi, servizi ed altri fini di pubblico interesse ed utilità, e simili.

Rinuncia alla concessione demaniale
Trattasi di atto del concessionario con il quale viene comunicato all’Autorità di Sistema Portuale la volontà di rinunciare alla concessione. In tale caso, qualora la citata Autorità acconsenta, non vi è alcun diritto a compensi, indennizzi o rimborsi di sorta, né a restituzioni dei canoni già corrisposti, fatte salve le disposizioni di cui all’art. 42 commi 3, 4 e 5 del Codice della Navigazione.

Modulo LICENZA-BASE
Informativa GENERALE
Allegato 1
Allegato 2
Allegato 3
Allegato 4

Modulo di rinnovo

Modulo ART.24 R.N.M

Modulo subingresso (A)

Modulo ART.55

Autocertificazione pagamento bolli

Modulo F24

Fideussione – Modulo

Polizza Cauzione – Modulo

I commenti sono chiusi.