NESSUN COMMISSARIAMENTO DELL’AUTORITA’ PORTUALE DI RAVENNA

Rispetto all’articolo apparso quest’oggi su “Il Sole 24 Ore”, intitolato “Commissariata l’Autorità portuale di Ravenna”, preme precisare che si tratta di notizia destituita di ogni fondamento e ci si attende la rettifica da parte della testata giornalistica che l’ha pubblicata.

A seguito dell’incontro tenutosi al Ministero il 10 novembre scorso, a cui il Presidente Di Marco – come preannunciato per tempo al Ministro Delrio – non ha potuto partecipare in quanto impegnato in un importante meeting internazionale tenutosi a Koper con i due coordinatori europei, rispettivamente, del Corridoio Adriatico-Baltico e Mediterraneo di cui il Porto di Ravenna fa parte, il Ministro ha ritenuto opportuno promuovere la convocazione di un tavolo tecnico per esaminare le ipotesi progettuali messe a punto in questi mesi dall’Autorità Portuale (con il contributo ed il costante confronto con Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Dipartimento delle Politiche Economiche -DIPE, Ministero dell’Ambiente e Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici) proprio per superare le criticità emerse nell’attuazione del progetto “Hub Portuale di Ravenna”.

“La convocazione di tale tavolo tecnico, o cabina di regia, afferma il Presidente Di Marco – rappresenta finalmente l’opportunità di istituzionalizzare la concertazione e la collaborazione tra i soggetti interessati anche al fine di consentire proprio agli Enti locali, Comune e Provincia di Ravenna in primis, di individuare le necessarie modifiche agli strumenti territoriali atte a superare le criticità emerse.

Con questo spirito, parteciperò alla prima riunione del tavolo tecnico, convocata per il 19 novembre, per dare, come sempre, un contributo fattivo all’assunzione di decisioni che consentano in tempi rapidi di portare avanti i progetti di sviluppo del Porto di Ravenna.”

I commenti sono chiusi.