News

IN AVVIO NEL PORTO DI RAVENNA LA SPERIMENTAZIONE NAZIONALE DELLO SDOGANAMENTO IN MARE DI TUTTE LE MERCI ALLA RINFUSA

E’ stato presentato presso la sede dell’Autorità di Sistema Portuale il Progetto di sdoganamento in mare delle merci alla rinfusa che prende avvio, in fase sperimentale, proprio dal Porto di Ravenna

All’incontro, durante il quale sono state illustrate le modalità di questa nuova sperimentazione di sdoganamento, che consente di effettuare controlli della documentazione delle merci in anticipo rispetto all’arrivo della nave, cioè quando queste merci sono ancora in viaggio per mare, sono intervenuti, oltre al Presidente dell’AdSP, Daniele Rossi, il Direttore Interregionale per l’Emilia Romagna e le Marche dell’Agenzia delle Dogane, Franco Letrari e il Direttore dell’Ufficio delle Dogane di Ravenna, Giovanni Ferente ed il Comandante del Comando Provinciale della Guardia di Finanza Andrea Mercatili.

Nella foto Franco Letrari, Alessandra Riparbelli, Daniele Rossi e Giovanni Ferente

(altro…)

Navigare per Ravenna, anche l’edizione 2020 è un trionfo della marineria

Marina di Ravenna, 21 settembre 2020 – Il Circolo Velico Ravennate ha organizzato per il settimo anno Navigare per Ravenna, una marcia nautica lungo il Canale Candiano per riportare il mare alla città e per scoprire la bellezza del porto commerciale di Ravenna. La manifestazione quest’anno ha richiamato oltre cento barche ed è stata la più partecipata dalla sua nascita.

Le Associazioni Sportive della marineria ravennate hanno chiamato a raccolta i loro soci che per un giorno hanno esplorato il canale Corsini guidati dal racconto appassionato di Pericle Stoppa, Gaia Marani per l’Autorità di sistema portuale e Roberto Bunicci, capo pilota del porto di Ravenna.

La navigazione ha rappresentato un momento di festa per tutti i partecipanti, e altrettanto emozionanti sono stati i due trofei assegnati nella giornata: il Trofeo del Porto, tra aziende e istituzioni, e il Trofeo dei Sodalizi tra le associazioni sportive del porto e della spiaggia ravennate.

Il primo ha visto la partecipazione di Autorità di Sistema Portuale, Sapir, Athena, Piloti del Porto, Consar e Gruppo misto che coinvolgeva diversi operatori del Porto di Ravenna. Sapir, con una forte tradizione alle spalle, ha vinto il trofeo in una finale molto sofferta caratterizzata dal poco vento. Seconda posizione per il Consar e terza per Athena.

Più fortunata per quanto riguarda il vento è stata invece la finale del Trofeo dei Sodalizi che ha coinvolto tutte le associazioni sportive fino a Lido Adriano.

Con otto associazioni in gara, dopo un lungo percorso di selezione, il trofeo ha visto la vittoria del Ravenna Yacht Club davanti al Circolo Sabbiadoro e al Circolo Velico Ravennate.

La vittoria del Ravenna Yacht Club è stata conquistata in condizioni di vento molto discontinuo che ha reso la sfida accesa e incerta fino all’ultimo metro.

Il Circolo Velico Ravennate intende ringraziare la Capitaneria di Porto, l’Autorità di Sistema Portuale e il Comune di Ravenna che hanno messo in campo la competenza dei loro uffici tecnici e la disponibilità istituzionale per rendere possibile questa bellissima manifestazione nata per far incontrare le due anime della città di Ravenna tra terra e mare.

Il prossimo appuntamento per la marineria nella città di Ravenna è fissato per il weekend entrante, quanto Marinando organizzerà una meravigliosa festa di integrazione e solidarietà, Tuttimbarcabili.

RIPRENDONO I LAVORI SULLA DIGA ZACCAGNINI A MARINA DI RAVENNA

Da lunedì 14 settembre 2020 riprenderanno i lavori di rifacimento del primo tratto di pavimentazione della diga Zaccagnini a Marina di Ravenna.

I lavori sono il completamento dell’intervento del settembre 2108 – quando si rifece il manto degli ultimi 700 metri circa della diga – ripreso nel maggio scorso e poi interrotto per non interferire con la stagione balneare.

L’intervento, che si concluderà definitivamente il 16 ottobre prossimo, renderà la pavimentazione della diga più sicura e, grazie alle modalità di esecuzione ed ai materiali impiegati, più resistente rispetto alle violente mareggiate che nel tempo l’hanno danneggiata.

Nel periodo dei lavori sarà vietato l’accesso alla diga a chiunque, eccetto i mezzi della società che svolge l’intervento, i veicoli della Guardia Costiera, delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco.

E’ sospesa per tutto il periodo di tempo sopra indicato la validità delle autorizzazioni rilasciate dalla scrivente Autorità di Sistema Portuale ai sensi dell’art. 5 dell’Ordinanza n. 07/2020.